Rieti vale 50Bitcoin?

Ben 50 bitcoin, circa 430mila euro (quotazione attuale) per rimuovere il Ransomware che nega l’accesso ai file agli operatori del comune di Rieti.
Proprio come Baltimora e altre città statunitensi, anche il comune ha deciso di non pagare e affidarsi ad una ditta esterna in aiuto del CED per recuperare più file possibili tramite i backup giornalieri che erano stati predisposti.
In merito alla vicenda, avvenuta nella scorsa settimana, sembrerebbe che l’hacker sia entrato ripetutamente in video conferenze effettuate tramite Zoom (abbiamo affrontato già in passato la scarsa sicurezza della piattaforma) con un account sospetto e che poi abbia prontamente fatto sparire le sue tracce.
Da quel momento in poi è iniziata la disavventura per il comune di Rieti il cui sistema informatico è andato in tilt ed ha reso inaccessibili i dati.
La questione sicurezza specialmente delle infrastrutture pubbliche è un tema molto caldo, basterebbe più prevenzione e un maggiore investimento in prodotti antivirus come Egosecure che rende il perimetro della rete sicuro e inaccessibile.

Egosecure crittografa i dati evitando che i file possano finire in cattive mani, protegge dai più dannosi Ransomware e previene e bocca attraverso Intellact Automation tutte le operazioni sospette.

Siamo il partner perfetto per sviluppare le tue idee

Seguici sui nostri Social

© 2020, Inix Group Italia srl Tutti i diritti sono riservati.